NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

La Zona del Futuro, la bibbia alimentare secondo Barry Sears
0.0/5 rating (0 votes)

il Lunedì, 01 Aprile 2013. Postato in Letto per voi, Libreria

Magri da subito, giovani per sempre con Omega 3 e Maqui

La Zona del Futuro, la bibbia alimentare secondo Barry Sears

Autori: Barry Sears, Daniela Morandi
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 257
Prezzo:  € 18


Nata più di trent’anni fa dal lavoro di ricerca del prof. BArry Sears sull’impatto che hanno i cibi sull’equilibrio ormonale, la Dieta a Zona è da anni nota e diffusa anche in Italia. Ma gli studi del prof. Sears sono in continua evoluzione a seguito delle ultime scoperte in campo biomolecolare. In questo nuovo libro della serie sulla Dieta a Zona, viene preso in esame il rapporto fra alimentazione ed effetto sui geni.
La Zona  permette di mantenere gli ormoni generati dai vari cibi in una “zona terapeutica”. Secondo la biologia molecolare questi ormoni influenzano il funzionamento dei geni, di conseguenza si può parlare di Zona come “terapia genica”.
Un’ampia sezione introduttiva spiega i principi cardine della Zona e le novità apportate. Indaga, in particolare, gli ultimi ritrovati della scienza, i polifenoli e il ruolo chiave svolto dagli omega3.
L’equilibrio è alla base della dieta Zona che mette in proporzione i vari macronutrienti. Secondo la tesi sostenuta nel libro, proprio tale equilibrio sarebbe venuto a mancare, nell’alimentazione dei paesi occidentali, da un’ottantina di anni a questa parte, a causa dell’aumento del consumo di cibi ricchi di omega 6, i quali sono diventati molto più reperibili, perché meno costosi da produrre.  Il che spiegherebbe anche l’aumento vertiginoso dell’obesità fra gli abitanti dei paesi occidentali. Lo squilibrio in favore degli omega 6, favorisce il processo di infiammazione cellulare e l’insorgere delle malattie croniche, nonché l’aumento di peso. Di qui, la necessità di seguire una dieta specifica “antinfiammatoria” come la Zona.
In questo equilibrio, grande importanza ha il colore del cibo perché mette in evidenza le sostanze fondamentali presenti nel piatto: i polifenoli, dalla forte capacità antiossidante.
Si tratta delle sostanze chimiche responsabili della pigmentazione di frutta e verdura. Sono tre i cibi che sembrano avere molti benefici per la salute: il vino rosso, la cioccolata fondente e i mirtilli. Tre cibi differenti ma colorati e che devono i loro effetti benefici proprio ai  polifenoli. Ma c’è un tipo di polifenoli delle migliaia esistenti che si trova in ognuno di questi tre cibi e sono le delfinidine. Queste sono secondo gli studi, il fattore chiave che rende sani vino rosso, cioccolato fondente e mirtilli. Le delfinidine si trovano in natura ma a basse concentrazioni tranne che nella bacca di una sola pianta al mondo che cresce nella regione della Patagonia, in Cile e si chiama maqui, una fonte estremamente ricca di delfinidine. 

La nuova edizione

La parte più nuova del libro sono le 100 ricette ideate dalla Morandi elaborate dallo chef Claudio Colombo Severini che vengono raccolte nella seconda parte del libro. Una selezione di piatti squisitamente mediterranei, ma perfettamente coerenti con la filosofia di Sears. Questo corposo ricettario è completato da un capitolo dedicato ai consigli per rendere più appetitosi i piatti, e per organizzarsi con la spesa e la preparazione degli stessi, con tanto di esempi dei pasti da consumare durante tre giornate tipo diverse (quella frenetica; quella tranquilla; e quella frugale). Tale sezione è corredata da alcune pagine a colori con le foto illustrative dei piatti, che ben rendono l’idea della diversità di questo tipo di dieta, coloratissima grazie alla scelta di ingredienti ricchi di polifenoli. Ci sono molte somiglianze tra la Dieta a Zona e la Dieta mediterranea tranne una, spiega Sears: nella dieta a Zona si eliminano tutti i carboidrati bianchi come pane bianco, pasta di grano duro, riso bianco, patate bianche, sostituendoli con dei carboidrati colorati, cioè frutta e verdura.  Seguire la Zona tutta la vita può essere incredibilmente semplice, basta dividere il pasto in tre parti uguali tra proteine, carboidrati colorati, omega3 e olio extra vergine di oliva .Questo passo produce conseguenze enormi da un punto di vista ormonale poiché la zona vuole tenere gli ormoni in una zona “terapeutica” particolare: né troppo alti, né troppo bassi. Se si riesce a mantenere gli ormoni in quella zona si perde peso, si sta meglio e si invecchia più lentamente.
Quando si parla di dieta si pensa alle diete dimagranti, iperproteiche ad esempio, che, comportano sofferenza e fame. Per gli autori è qualcosa di più: un’abitudine alimentare che, all’inizio sembra un po’ limitata ma che diventa un vero stile di vita personalizzato; ognuno ha infatti la sua “zona” che non prevede la fame. I pilastri della Zona sembrano fondare sui vecchi consigli delle nostre nonne: equilibrio e moderazione. Se il piatto è ben bilanciato 5 ore dopo non si deve avvertire la  fame e ci si deve sentire mentalmente attivi; questo perché la produzione di ormoni che danno queste sensazioni è bilanciata. Questo libro è consigliato a chi vuol conoscere i fondamentali di questo regime alimentare ma anche a chi già lo segue e vuole migliorare ulteriormente i risultati ottenuti grazie alle nuove ricette messe a punto alla luce delle nuove scoperte

L'Autore

Annabella D'Argento

Giornalista, volto televisivo di Class TV e 7Gold, scrive per diverse testate come Gazzetta dello Sport. Milanese di adozione ma pugliese a tutti gli effetti.  Appassionata di fitness e alimentazione (Certificata personal trainer  ISSA EUROPE) ama cucinare per gli amici, viaggiare e i gatti, in particolare il suo simpaticissimo ragdoll. Twitter @naby82

Annabella D'Argento

Leave a comment

You are commenting as guest.