NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Il mondo è sempre più anziano: ecco chi invecchia meglio degli italiani
0.0/5 rating (0 votes)

il Giovedì, 07 Novembre 2013. Postato in News

In Norvegia si invecchia meglio che in Italia secondo il Global AgeWatch Index

Il mondo è sempre più anziano: ecco chi invecchia meglio degli italiani

I fratelli Coen, gli apprezzati registi dietro la visionaria pellicola del 2008, “Non è un paese per vecchi”, questa volta non c’entrano niente. A sentenziare sulla capacità degli stati del mondo di prendersi cura dei più anziani, sono gli esperti di HelpAge International, che per conto delle Fondo delle Nazioni Unite per le Popolazioni e in collaborazione con il Centre for Research on Ageing dell’università di Southampton in Inghilterra, hanno messo a punto un indice, il Global AgeWatch Index, in grado di quantificare la condizione di benessere delle persone più avanti negli anni, in 91 paesi del mondo.


L’indice – che prende in considerazioni numerosi fattori, quali la sicurezza, il benessere e la salute, l’impiego e il livello di educazione – può essere impiegato non solo per  fotografare lo stato attuale della situazione, ma anche come strumento di confronto per raggiungere nuovi obiettivi al fine di migliorare il welfare in questa fascia di popolazione. Per la sua natura l’indice è in grado di individuare, nazione per nazione, quali aspetti delle politiche per gli anziani debbono essere migliorati.


Così, se da un lato, senza molte sorprese scopriamo che i paesi più virtuosi sono quelli del Nord Europa (Norvegia e Svezia su tutti), dall’altra è possibile vedere come l’Italia (dove gli over 60 sono già il 27 per cento della popolazione, cioè un numero enorme) si piazzi abbastanza bene in classifica, con un dignitoso 27esimo posto, preceduta di poco da Argentina e Repubblica Ceca, dall’altra scopriamo che proprio in Italia vi sono forti squilibri fra i fattori che concorrono alla formazione dell’indice. I nostri anziani godono ad esempio di un'ottima assistenza sanitaria, ma soffrono per scarsa istruzione e capacità di essere impiegati nel lavoro. Fa molto riflettere, inoltre, il fatto che nella top ten degli stati migliori in cui invecchiare ci siano soltanto due paesi non appartenenti al blocco europeo o nordamericano, cioè la Nuova Zelanda e il Giappone. Negli altri continenti il Cile e le Mauritius si guadagnano i primati locali. Tra i luoghi peggiori in cui invecchiare, spiccano l’Afghanistan, il Pakistan, la Tanzania e la Giordania.

Leave a comment

You are commenting as guest.