NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cinque superfood del 2015
0.0/5 rating (0 votes)

il Venerdì, 27 Febbraio 2015. Postato in Ricette, Antietà, Superalimenti, Biologico

Nel 2015 non si arresta la crescita della vendita delle bacche di Goji. Ma secondo l'esperta di uno delle aziende leader del settore, tra i superfood del 2015 ci sono sicuramente la maca, la spirulina, i semi di chia e l'erba di grano.

I cinque superfood del 2015

C’era una volta il frutto tropicale. Se fino a pochi anni fa il mango, la papaya e l’avocado erano gli unici superfruit, quasi introvabili, nei supermercati, oggi sono sempre più accessibili e parte della nostra alimentazione quotidiana. Ma se il loro fascino esotico si è notevolmente ridotto, quello che negli ultimi tempi sta crescendo sempre di più è quello di erbe, piante, bacche e semi, considerati i nuovi superfood ovvero i cibi dai nutrienti superiori alla media. Nel 2014 le bacche di Goji sono state le più gettonate, ma quali saranno i superfood del 2015? Lo abbiamo chiesto a un'esperta del settore.

Secondo Annamatilde Baiano, autrice e responsabile dell’azienda CiBOCRUDO, leader nel mercato italiano per i prodotti crudi e biologici, “ per la categoria superfood che conta già 40 prodotti circa, il prodotto più venduto e richiesto rimangono le bacche di Goji, seguiti da quelle di CHIA, mentre, l'andamento ultimissimo, destinato a crescere (degli ultimi mesi), dovuto anche al diffondersi delle informazioni sull'equilibrio del ph nelle diete, è quello di erba d'orzo e erba di grano, dai poteri incredibili e soprattutto alcalinizzanti. A seguire maca, spirulina e semi di chia”.
Vediamoli da vicino.

L'erba di grano

Si trova come polvere liofilizzata a bassa temperatura e si scioglie in acqua fredda. E’prodotta a partire dal succo fresco di erba di grano che è ricavato dal grano germogliato di 10-15 giorni e che deve essere bevuto nel giro di 10 minuti altrimenti si ossida. Quando e a chi si consiglia l’uso dell’erba di grano?
"Potrà sembrare un po’ eccessivo ma in realtà a tutti”, dice Baiano. “Oggi la nostra alimentazione è basata su alimenti molto elaborati e raffinati ma poveri di sostanze nutritive essenziali: questa è la causa principale di gran parte delle malattie, insieme con la presenza di sostanze tossiche nel cibo che mangiamo e nell’aria che respiriamo per non parlare dell’inquinamento che ci circonda, insomma siamo bombardati da più parti. L’inquinamento al quale il nostro stile di vita moderno ci sottopone, in tutti i campi, causa uno squilibrio energetico e conseguentemente l’insorgere di disturbi e malattie sia fisiche che psichiche. E’ stato scientificamente dimostrato che il succo d’erba di grano neutralizza le tossine ambientali, permettendo al corpo di riequilibrarsi ed operare con la massima efficienza".


Tra le più importanti qualità dell’erba di grano, c'è il suo alto contenuto di clorofilla che arriva anche al 70%. Il succo poi contiene la maggior parte delle vitamine e dei minerali di cui l’organismo ha bisogno. Inoltre è un alimento completo, che lo rendono uno dei cibi più nutrienti al mondo. Essa fornisce all’organismo una vasta gamma di elementi ricca di proteine e di grandi quantità di enzimi ed è una fonte di calcio, ferro, magnesio, fosforo, potassio, sodio, zolfo, cobalto, e zinco. Infine drena il sistema linfatico, ripulisce il corpo dai residui di farmaci e aiuta a distruggere i radicali liberi. E' un tonico ricostituente sia a livello fisico che mentale. L’azione preventiva potremmo sintetizzarla così: potenziamento dell’energia psicofisica, miglioramento dei processi digestivi ed assimilativi, miglioramento dello stato anemico, stimolazione del metabolismo e disintossicazione cellulare, azione anti-invecchiamento.

C'è Goji e goji


Quando andiamo ad acquistare un prodotto abbiamo sempre due alternative: scegliamo per il prezzo o scegliamo per la qualità.
Le Bacche di Goji sono un prodotto simbolo, perché per noi incarnano in pieno tutti i valori dell'alimentazione crudista e vegana: sono totalmente naturali, danno energia, sono coltivate seguendo determinate procedure. Ma queste sono caratteristiche che non valgono per tutte le bacche di Goji!”commenta Annamatilde Baiano.

Le Goji biologiche provengono da piccole produzioni e sono lavorate manualmente: a mano vengono raccolte e poi lavate e posizionate ad essiccare al sole. Non viene utilizzato alcun elemento chimico e quindi devono essere controllate molto più attentamente, i tempi naturali sono rispettati, evitando accuratamente l'uso di pesticidi e diserbanti.
Capiamo quindi che 'bio' non è semplicemente un'etichetta sopra un prodotto, ma un valore: quello della salute!” prosegue Annamatilde Baiano.

La radice di Maca


La polvere di maca cruda e biologica viene raccolta a mano e essiccata per circa 1 mese al sole e macinata ancora a mano per preservarne la vitalità e la struttura nutrizionale.
Secondo la Baiano, è uno dei superalimenti “moderni “ più apprezzati. “La polvere di Maca, come le bacche di Goji e ginseng, è un potente adattogeno, significa che ha la capacità di equilibrare e stabilizzare i sistemi del corpo: cardiovascolare, nervoso, muscolatura, linfatico. Come adattogeno, la polvere di Maca è in grado di fornire più energia al corpo quando è necessario, questi alimenti sono utilizzati anche per migliorare l'adattabilità in generale del corpo a situazioni stimolanti e di stress, incrementando le capacità di concentrazione, la lucidità mentale e la memoria.”
È un alimento particolarmente potente ed equilibrato per atleti. La polvere di Maca incrementa le riserve energetiche, la resistenza e la forza fisica, promuovendo uno stato di generale benessere. La pianta della maca cresce in condizioni estreme di altitudine, a oltre 3000 metri di altezza, subendo forti sbalzi di temperatura. Fra le più pregiate varietà di maca (almeno sette), quelle commercializzate sono rappresentate dalla varietà gialla e dalla varietà rosso scuro.

Risulta utile la presenza in proteine (10-18%) con discreto Valore Biologico e quindi per il contenuto in aminoacidi essenziali, é significativa anche la presenza degli aminoacidi ramificati. Le straordinarie virtù nutrizionali e medicamentose della radice Maca erano note già agli Inca, che lo consideravano un dono degli dei, riservato a guerrieri e sacerdoti. Era anche conosciuta dagli Inca soprattutto per le sue qualità afrodisiache. La polvere di Maca trova impiego come ingrediente per dolci o in bevande, si mescola facilmente a frullati di frutta e verdura, in vari tipi di latte vegetali. Si può anche sciogliere in acqua calda o fredda.


La Spirulina

Il nome "Spirulina" deriva dalla sua forma a spirale. L’elevato contenuto di vitamina A rende la Spirulina un mezzo eccellente per contrastare l’acne. La Spirulina è particolarmente efficace nella lotta contro l’anemia. Non solo apporta molto ferro, ma contiene anche nutrienti come le vitamine E, vitamina B12, l’acido folico e il rame, necessari per l’utilizzo ed il fissaggio del ferro. La spirulina facilita la perdita di peso grazie al suo effetto spezza fame. Per tutte queste sue positive caratteristiche la Spirulina si è guadagnata l'appellativo di "alimento del futuro".

Semi di Chia

In un momento in cui molti dei cibi che ci vengono proposti dalle grandi aziende alimentari sono molto lavorati, devitalizzati, cotti ad alte temperature, i ricercatori, incoraggiano il consumo di semi crudi nell’alimentazione giornaliera, in particolar modo consigliano i semi di chia, considerati un superfood. La Chia è talmente ricca di antiossidanti, sostanze che combattono i radicali liberi e prevengono il danneggiamento delle nostre cellule, che questi semi non richiedono neanche di stare in frigorifero, ma si mantengono freschi da soli per molto tempo; i ricercatori delle università Sud Americane, sostengono che i semi di chia hanno proprietà di ritardare le malattie connesse all’invecchiamento, nonché contrastare l’insorgenza del cancro, e le malattie cardiovascolari, delle cataratte, e soprattutto, ne riconoscono un’azione protettiva sul sistema immunitario. Innegabile è il suo effetto equilibratore nei trigliceridi, con il conseguente beneficio sul colesterolo. La ricerca medica ha legato questo prezioso alimento alla cura di molti problemi di salute, tra cui il diabete, l’ ipoglicemia, la celiachia e per l’ abbassamento del colesterolo. Infatti essendo un cibo a basso indice glicemico e indicati in particolar modo per i diabetici in quanto: i ricercatori del Sud America, ritengono che i semi di chia, una volta ingeriti, sviluppano all’interno dell’intestino, un gel che si traduce in una barriera fisica fra i carboidrati e gli enzimi digestivi che li scompongono, ritardando così, la conversione degli stessi carboidrati in zucchero. Questa patina gelatinosa protegge anche il tessuto intestinale da un eventuale attacco batterico. Il beneficio diretto di questo gel è a chiaro appannaggio dei diabetici. Circa il 35% del contenuto dei semi è composto da grassi acidi essenziali come Omega 3 e gli Omega 6, otto volte di più del salmone. Questo fa dei semi di Chia un ottimo candidato per la fornitura di grassi acidi essenziali al nostro organismo, per coloro che non amano il pesce o desiderano nutrirsi senza recare danno al mondo animale, i grassi acidi essenziali sono importanti per la salute del cuore, del cervello, dei muscoli. I semi di Chia sono validi anche per donare energia e sostenere il sistema nervoso e per questo sono utili per aumentare la capacità di concentrazione e per diminuire l’ansia. Questi semi venivano già coltivati dagli Aztechi che li ritenevano portatori di forza, come evince dal nome stesso: “Chia” in azteco significa “forza” , i guerrieri aztechi se ne nutrivano prima delle battaglie e ne traevano la forza per vincerle.


Ricetta con la maca: Cioccolata fredda

1 tazza di latte di cocco
3 cucchiai di cacao in polvere crudo
1 cucchiaio di maca
1 cucchiaio di succo d’agave
2 tazze di ghiaccio

  • Frullare tutti gli ingredienti insieme e poi aggiungere il ghiaccio e continuare a frullare.



Ricetta con spirulina: Bliss balls energetiche:


1 tazza di mandorle
1 tazza di datteri organici, ammollati
¼ tazza di albicocche secche, ammollate
¼ tazza di pistacchi
¼ tazza di burro di mandorle bio crudo
2 cucchiai di semi di lino
2 cucchiai di bacche di goji
2 cucchiai colmi di polvere di cacao grezzo
2 cucchiai di cocco in granella
1 cucchiaio di spirulina bio
1 cucchiaino di sale rosa del hymalaia
Estratto di vaniglia 1 cucchiaino

  • Prima lavorare tutte le noci in un robot da cucina lasciandole grossolane, poi lasciarle da parte, poi lavorare i datteri, le albicocche e il burro di mandorle, poi unire tutti gli ingredienti e lavorarli insieme fino a quando il composto si amalgami bene.
  • Poi formare delle palline da ripassare nel cocco grattugiato e lasciare in frigo per un ora e poi mangiare.


Ricetta con erba di grano: Verde Smoothie

1\2 tazza di uva
1 cucchiaio di erba di grano
1\2 pesca
1 tazza di ananas tagliata a cubetti e congelata
1 tazza e 1\2 d’acqua

  • Frullare tutto insieme


Ricetta con i semi di chia: Chia Pudding


2 cucchiai di semi di chia
1 tazza d’acqua
Una punta di cucchiaino di stevia
1 cucchiaio di maca
1 cucchiaio di cacao
2 cucchiai di bacche di goji

  • Versare tutti gli ingredienti in un contenitore richiudibile, mescolare bene e conservarlo in frigo, , dopo 30 min mescolare nuovamente. E il budino è pronto!



Ricetta con bacche di Goji: Brownie

2 tazze di noci
2 tazze di datteri snocciolati (medjool)
1/2 tazza di cacao grezzo in polvere
1/4 di tazza di carruba in polvere
1/4 di tazza di bacche di goji
1 cucchiaio di olio di cocco
1 tazza di mandorle tritate,
1 cucchiaio di nettare di agave
Pizzico di sale rosa dell'Himalaya

  • Nel vostro robot da cucina, lavorare le noci grossolanamente. Quindi aggiungere il sale, cacao, carruba e continuare a mescolare nel robot da cucina. Mentre il robot da cucina è in funzione, aggiungere i datteri uno per uno fino ad ottenere una bella pasta. aggiungere il nettare di agave e l'olio di cocco.
  • Unire lavorando con le mani mix di mandorle tritate e le bacche di goji. Versare la pasta in una terrina foderata e con le mani schiacciare senza lasciare spazzi.
  • Lasciare nel congelatore per 30 min e poi tagliare a quadrotti, servire.

L'Autore

Annabella D'Argento

Giornalista, volto televisivo di Class TV e 7Gold, scrive per diverse testate come Gazzetta dello Sport. Milanese di adozione ma pugliese a tutti gli effetti.  Appassionata di fitness e alimentazione (Certificata personal trainer  ISSA EUROPE) ama cucinare per gli amici, viaggiare e i gatti, in particolare il suo simpaticissimo ragdoll. Twitter @naby82

Annabella D'Argento

Leave a comment

You are commenting as guest.