NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

BeYOUtiFOOD, cucina vegana a Fano
0.0/5 rating (0 votes)

il Mercoledì, 12 Ottobre 2016. Postato in Vegetariano, Il Blog di Giulia Ferrario

Sono sempre di più i locali veg in Italia. Prossima apertura quella di Valentina Candiracci, la titolare del Bistrot BeYOUtiFOOD, il primo bistrot tutto vegano a Fano

BeYOUtiFOOD, cucina vegana a Fano

Il numero di locali, ristoranti e bar dedicati a vegani e vegetariani è in crescita e non solo nelle grandi città. Lo scorso 4 ottobre, giorno di San Francesco, si è svolta la quarta edizione della “Notte Veg” organizzata da Edizioni Sonda, casa editrice di riferimento del mondo animalista e vegan italiano, in collaborazione con oltre 120 librerie, ristoranti e locali veg di tutto il Paese. Gli esercizi che strizzano l’occhio a questa fascia di consumatori sempre più ampia – dal 2002 a oggi i vegani in Italia sono passati da 30mila a 700mila, mentre in totale i vegetariani sono 6 milioni, il 10% della popolazione – sono sempre meno difficili da trovare; app dedicate come Veganmaps si arricchiscono quotidianamente di nuove segnalazioni che arrivano da tutta Italia. Segno che qualcosa sta cambiando davvero.

Abbiamo intervistato Valentina Candiracci, la titolare del Bistrot BeYOUtiFOOD (www.beyoutifood.it), il primo bistrot tutto vegano a Fano, in provincia di Pesaro – Urbino. La nuova apertura, prevista per il 21 Ottobre, sarà caratterizzata da tante novità: in primis, un menù autunnale curato dallo chef Martino Beria (leggi qui la sua intervista): venti piatti, intrisi di passione, cultura del sapore, rispetto per la stagionalità ed il territorio, tutti elementi che valorizzano al massimo la cucina vegana.
L'idea di BeYOUtiFOOD – il nome stesso è un gioco di parole inglese che unisce “tu” e “cibo” al concetto di “bellezza” - nasce da una grande passione per il cibo sano ed il benessere psico-fisico che ne consegue, nonché dal desiderio di trasmetterlo come filosofia di vita ed abitudine quotidiana. Il progetto infatti è nato, ci racconta Valentina “con l’ambizione di avvicinare alla cucina vegan un sempre più vasto pubblico che non vede nella nostra proposta culinaria una limitazione, ma l’espressione di un’arte ancora in piena evoluzione. Sempre più spesso si sente parlare di alimentazione vegana, ma poco di vera e propria arte nella cucina tutta vegetale, come se fosse impossibile abbinare queste due cose. Eppure cosa c’è di più legato alle nostre tradizioni dei sapori e dei profumi dell’orto, sapientemente lavorati con semplicità e maestria per raggiungere la massima espressione di una cucina gustosissima, ma anche bella e sana?

Quali sono le principali novità di BeYOUtiFOOD e perché questa svolta veg?

La prima e più importante novità è il menù nuovo solo Vegan - che comprende anche piatti raw e gluten free - curato interamente dallo Chef Beria. Quando ho aperto temevo di non essere capita subito dal pubblico fanese per cui avevo solo pochissimi piatti vegetariani. Oggi, per amore di coerenza con me stessa e perché credo fermamente nella sfida Vegan, ho voluto fare questo salto.

Una scelta coraggiosa… nelle grandi città è abbastanza frequente vedere aprire ristoranti rivolti ad una clientela vegana. Ma si può dire lo stesso di una cittadina come la vostra?


“Anche Fano si sta muovendo verso una scelta alimentare più attenta alla salute e anche più etica, anche se in modo più lento rispetto alle città grandi. Qualsiasi sia il motivo che avvicina una persona a questa cucina, questa non può essere delusa dalla preparazione di piatti anonimi e banali, come spesso accade in alcuni posti. La cucina Vegan non è rinunciare ai sapori, anzi, significa valorizzare al massimo le materie prime nel rispetto della stagionalità lasciandole crude o cuocendole al minimo in modo da mantenerne sapori, colori, profumi e proprietà. Del resto il trend è in continua crescita in tutta Italia come del resto nel mondo intero e l'attenzione ad una alimentazione più salutare e cruelty free non solo legata ad un pubblico prettamente di animalisti sta prendendo sempre più piede e consapevolezza, perché oltre che etica è sana e gustosissima.”

martino-beria-spaghetti

E la collaborazione con lo Chef Beria?


“Lo Chef Martino Beria ha fatto del suo credo una professione proprio come ho fatto io. Devi credere in quello che fai, altrimenti non avrai passione, dedizione e spirito di sacrificio necessario per farla nella maniera migliore, arrivando non solo a conquistare i palati più esigenti, ma i cuori ed i sensi anche del pubblico più scettico.”

Che legame c'è tra cucina del territorio e cucina vegana? Può essere una chiave per la riscoperta delle peculiarità locali?


“La cucina vegana è molto legata al territorio ed alla stagionalità. Cosa c'è di più avvolgente di una calda zuppa con i profumi dell'autunno per scaldarci in queste giornate piovose? Cosa c'è di più rassicurante di un piatto di spaghetti con i sapori tipici del nostro Paese? Infine cosa c'è di più colorato di un piatto interamente vegetale, ricco di salute e croccantezza? La cucina Vegan in ogni caso può poi spaziare nelle tradizioni culinarie non solo locali, ma anche di altre regioni e perché no di altri Continenti e culture. Tutto si può fare...non ci sono limiti per la cucina tutta vegetale!”

BeYOUtiFOOD è parte del progetto Alimentazione Fuori Casa, un progetto dell'AiC (Associazione Italiana Celiachia), finalizzato a creare un vasto network di esercizi informati e sensibilizzati sulla celiachia e che possano garantire un servizio idoneo alle esigenze alimentari dei celiaci. BeYOUtiFOOD si impegna a garantire piatti senza glutine ogni giorno, senza rinunciare a gusto e salute.

bistrot-beautitfood

L'Autore

Giulia Ferrario

Professionista della comunicazione d'impresa,  vegetariana doc. Una passione per il fitness e l'alimentazione sana. Laurea in Lettere, ex rockettara, mamma felice. Amo viaggiare e scovare nuovi posti "veg" ovunque mi trovi.

Giulia Ferrario

Leave a comment

You are commenting as guest.