NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Controllare l'aggressività con sport e cibo, è possibile?
0.0/5 rating (0 votes)

il Giovedì, 20 Ottobre 2016. Postato in Cardio, Mente, Sport, Scienza alimentare

Qual è la ricetta ideale per tenere sotto controllo l'aggressività? Ce lo spiega il nostro esperto Cristian Barone

Controllare l'aggressività con sport e cibo, è possibile?

Aggressività e rabbia altro non sono che istinti primordiali per certi versi funzionali alla sopravvivenza stessa, dei veri e propri campanelli d'allarme che ci praparano alla reazione di fronte a eventi esterni ritenuti "minacciosi". Se essi restano relegati a particolari episodi e sopratutto se si riescono a controllare e gestire, tutto si risolve in breve tempo, come quando ad esempio insultiamo qualcuno che ci nega la precedenza o quando abbiamo una fila infinita alla posta. Il problema nasce invece quando l'episodio sporadico diventa una vera e propria patologia, dove la parte cognitiva viene meno e pravale solo l'istinto e l'emozione. Persino le malattie cardiache possono essere correlate a mancanza di self–control di fronte a situzioni difficili. Aristotele diceva:"Chiunque può arrabbiarsi. Questo è facile; ma arrabbiarsi con la persona giusta, nel grado giusto, al momento giusto, per lo scopo giusto: questo non è nelle possibilità di chiunque ed è parecchio difficile".

Qual è la soluzione?

Esiste un modo semplice ed efficace per combattere stress e aggressività: l'esercizio fisico. Esso può essere considerato alla stregua del farmaco; previene e in certi casi cura svariate malattie e sopratutto è un vero e proprio antidepressivo. Lo sport, infatti, non solo aumenta l'autocontrollo, ma consente di migliorare la fiducia in noi stessi e al tempo stesso ridurre le tensioni. Nelle arti marziali, o in tutti gli sport "da contatto", ad esempio, l'aggressività viene utilizzata per incanalare le energie necessarie al momento del combattimento, dopo il quale tutto torna allo stato di quiete.
Anche correre all'aria aperta, andare in palestra, fare corsi collettivi, aiuta il nostro auto controllo.

E il cibo?

Fondamentale è anche l'alimentazione: gli alimenti, in modo particolare quelli di origine animale, condizionano il comportamento umano.
Questo avviene a causa di alcuni amminoacidi definiti precursori di neurotrasmettitori responsabili dell'aggressività tipica di animali predatori dai quali discendiamo.
La tirosina, ad esempio, che si trova nella carne, rappresenta il precursore di catecolammine quali dopamina e adrenalina, responsabili dell'eccitamento tipico "dell'attacco e fuga".

Un eccesso di carne, inoltre, causa la diminuzione di serotonina, neurostrasmettitore implicato nella rilassatezza, calma, serenità, creatività, superamento degli stati d'ansia, controllo del senso di sazietà. Tale ormone, definito "del buonumore", viene influenzato positivamente invece dall'assunzione di vegetali in quanto portano un aumento della concentrazione di triptofano nel cervello.

Quest'ultimo è presente anche nella carne con la differenza che, invece di determinare aumento di serotonina, ne comporta una drastica diminuzione, in quanto contribuisce alla produzione di altri due amminoacidi, tirosina e leucina, che hanno una "via preferenziale" rispetto al triptofano .
Da tenere in considerazione sul piano "aggressività" anche la sottrazione di calcio operata da alimenti scompensati dal punto di vista del rapporto acido/basico: i cibi acidi contengono un quantitativo di fosforo maggiore rispetto al calcio e questo influisce negativamente sull'umore. Anche l'eccesso di zuccheri porta a irritabilità per conseguente diminuzione di vitamine del complesso B.
Per tenere a bada stress e nervosismo la ricetta è semplice: meno carne, più vegetali, zero alimenti raffinati, giusto movimento.

L'Autore

Cristian Barone

Si definisce un terrone - siciliano espatriato al nord ed innamorato di Milano, città dove ha sede la palestra per la quale lavora, Getfit. Laureato in scienze e tecnologie del fitness e dei prodotti della salute, specializzato in nutrizione sportiva e massaggiatore, ama tutto ciò che ha a che fare col movimento, la salute , il benessere, ma non disdegna mai un buon piatto di pasta, un tagliere con gli amici o un bicchiere di vino.
Volete vederlo felice? Dategli un bilanciere da sollevare, dei dischi da spostare, una bici per poter pedalare, e la juve da tifare!

Cristian Barone

Leave a comment

You are commenting as guest.